Blog: http://uqbar.ilcannocchiale.it

Senti chi parla (anzi telefona)

Stefania Prestigiacomo, l'altezzosa siciliana che piangeva nel consiglio dei ministri, ci fa sapere per l'ennesima volta che vuole lasciare il Pdl. Lei pretende un seggio sicuro, ma i concorrenti sono tanti e lei è un po' fuori stagione rispetto alle altre. Comica e incoerente la motivazione: "Nel Pdl c'è solo una guerra tra piccoli gruppi di potere". Senti chi parla. Lei, come la Gelmini, era in costante contatto telefonico con il faccendiere pregiudicato della P4, l'orrido Bisignani. Alcuni brani: "Se escono le nostre intercettazioni, sono rovinata". Roba forte, forse hard. Ancora: "Berlusconi non è intelligente". Evidentemente, l'allora ministra e il faccendiere facevano volontoriato per gli orfanelli, non guerra tra bande.

La verità è l'ultima, tragica, grottesca fase del berlusconismo (da Scilipoti allo spread) è ancora tutta da scrivere. Alla corte del Nano i complotti e le trame erano quotidiani (ricordate l'editoriale di Galli della Loggia sul Corriere della Sera sul "fantasma di un partito" prima messo e poi tolto?).

Pubblicato il 30/9/2012 alle 11.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web